NO-FERTILITY DAY PERCHE’ QUESTO NON E’ UN PAESE PER GIOVANI.

LA NOSTRA PRESIDENTA E MAMMA DI FEDERICO BARAKAT IRROMPE ALLA FESTA DEL PD
5 settembre 2016
ELISA HA ACCETTATO L’ULTIMO INCONTRO MA GLI E’ STATO FATALE…
12 settembre 2016
Mostra tutto

NO-FERTILITY DAY PERCHE’ QUESTO NON E’ UN PAESE PER GIOVANI. “IL PROBLEMA NON E’ FARLI I FIGLI, E’ MANTENERLI,  SIGNORA MINISTRA, QUESTO LEI FORSE NON LO SA…

Care amiche e amici,

Schermata 2016-09-05 alle 16.58.30Ieri sono andata alla festa del PD di Milano perché sapevo che sarebbe intervenuta la “Ministra Lorenzin”, si sono andata li per cantargli quattro cose in faccia, che mi stanno qui per tanti motivi non solo per le sue idee sul Fertililty day ma perchè volevo guardare in faccia questa donna e dirle:

“come si può pretendere di fare uno spot così quando in Italia non si pensa alle motivazioni per le quali non si fanno più figli? ”
perché la signora ministra non si domanda, adesso in prossimità dell’apertura delle scuole per migliaia di bambini quanto le famiglie italiane hanno difficoltà anche solo a comperare tutto il materiale scolastico? perché non domandarsi
le ragioni per la riduzione delle nascite? le ragioni ambientali, economiche, sociali…

Tra pochi giorni milioni di bambini inizieranno la scuola drammaticamente aumentando il numero di bambini che non vanno a scuola proprio x il degrado e lo sfascio sociale, sta aumentando il numero di bambini che non hanno i libri per studiare, questo è veramente grave.

Ieri purtroppo la Lorenzin non c’era, l’hanno avvisata che molti altri come me la stavano aspettando e non per farle i complimenti, però io avrei voluto chiedere a lei se i suoi bambini quando vanno a scuola hanno il vestitino griffato, i libri tutti nuovi che può pagare tranquillamente, la retta scolastica della mensa, che può fare fare loro sport e perché no a iscrivergli magari a qualche scuola privata.

BEATRICE LORENZIN ROMA 09-10-2013 PALAZZO CHIGI. CONFERENZA STAMPA DEI MINISTRI DEL PDL. PRESS CONFERENCE OF MINISTERS OF PDL. - POLITICA, CONFERENZA STAMPA, MINISTRI, PDL,

La maggior parte degli italiani fa fatica ad arrivare a fine mese e i bambini hanno bisogno di tante cose quando vanno a scuola, vediamo di cominciare a essere uno Stato serio, a cominciare dai libri, che almeno i testi scolastici della scuola siano gratis fino all’università, perché la nostra costituzione dice che lo studio è uno dei diritti fondamentali della nostra società, il diritto allo studio è inalienabile. Aiutiamo i nostri bambini a non vivere con ansietà la loro vita e che tutti i bambini possano avere i loro libri , i loro materiali, possibilmente senza fare distinzioni. Purtroppo non c’è attenzione nei confronti dei bambini anche in queste cose che non sono piccole e non sono sciocche, i nostri bambini già nei primi anni di vita imparano, a scuola, in classe, il concetto delle classi sociali della differenza tra un bambino ricco e un bambino povero, in una scuola seria che ama tutti bambini senza distinzioni di classe, di sesso, di nazionalità, queste cose non dovrebbero accadere tutti bambini dovrebbero avere il materiale didattico gratis e poter accedere alla mensa possibilmente pagata dallo Stato, avere un concetto di socialità senza rivalità di classe sociale, io bambino povero e tu bambino ricco con cellulare magari già in quinta elementare. Insegniamo ai nostri bambini la semplicità il volersi bene, il rispettarsi, il ritorno al gioco, in mezzo alla natura tra i compagni, ritornando a usare la fantasia, facciamo in modo che nostri bambini non diventino subito dei piccoli robottini adulti sosteniamoli, ascoltiamoli, loro sono nostro futuro.

Antonella Penati Madre di Federico

Presidente di Federico nel Cuore Onlus